FIRST TAG DISPLAYED HERE 10 luglio 2020 2 minuti di lettura

Coi soldi, quando dai, tutto torna. Ecco le prove.

Scritto da Moneysurfers

    "Si sopravvive di ciò che si riceve, ma si vive di ciò che si dona." (Carl Gustav Jung)

    Notato nulla di particolare? Forse il titolo dell’articolo stavolta non ti suona nuovo. Se così fosse, evidentemente conosci già il decalogo del MoneySurfer. L’articolo 5° del nostro decalogo recita infatti: Quando diamo, tutto torna. Questo gioco di parole riassume in maniera estremamente sintetica uno dei pilastri portanti della filosofia MoneySurfer: il dare che arricchisce. Eppure non stiamo parlando del semplice “essere generosi” che ti fa sentire una persona migliore. Per capirci meglio dobbiamo definire il rapporto che esiste tra le persone e il concetto del Dare. 

    Do ut des

    In base a come le persone si approcciano all’idea del Dare, possiamo distinguere 3 categorie:

    • Takers
    • Givers Morali
    • Givers Amorali

    I takers sono coloro che prendono e basta, o molto più semplicemente gli egoisti. I givers "morali" (o "di facciata") sono quelli che danno, ma lo fanno solo per delle ragioni lontane dall’altruismo. Infatti o danno per il famoso meccanismo del Do ut des: dare per ricevere, che dovrebbe stare solo alla base dei rapporti commerciali, ma che ricorre spesso anche nei favori personali; oppure danno perché glielo impone un qualsiasi codice morale o religioso: suvvia, ti sarà capitato di fare l’elemosina solo perché altrimenti ti saresti sentito in colpa.

    Il Giver Amorale nella vita…

    Al di fuori di questa casistica troviamo i Givers Amorali. Ovviamente non si parla di qualcuno che va contro la morale (quelli sono gli immorali): giver amorale è colui che dà per il piacere di dare, a prescindere da qualsiasi morale o religione. E non parliamo di sola generosità, sarebbe troppo semplice ridurre il discorso a concetti come generosità o elemosina. Anzi abbiamo in più occasioni spiegato come il MoneySurfer sia, a parte rari casi, contrario all’elemosina: perché non solo non migliora la condizione di chi la riceve, ma instaura meccanismi di “frustrante dipendenza” e senso di inferiorità.

    Il giver amorale dà all’Universo un segnale di abbondanza. Quando fa qualcosa di generoso, lo fa per una condotta di spontanea disponibilità che mette in circolo positività, e questa prima o poi ritorna quando meno se lo aspetta.

    …e nella Ricchezza

    Questo che c’azzecca col denaro? Come sempre, tutto. Adam Grant, nel suo libro Give and Take (Più dai, più hai nella versione italiana), che raccoglie esperienze di grandi imprenditori - per esempio Reid Hoffman, fondatore di LinkedIn - dimostra come la generosità applicata a livello aziendale stia alla base di strategie win-win: meccanismi dove la condivisione di informazioni, network, conoscenze, know-how, genera a lungo termine risultati positivi sia per chi dà sia per chi riceve.

    Vogliamo portarti anche un esempio a te più vicino, cioè la nostra esperienza. Oltre a condividere con i nostri lettori molte informazioni e pillole di saggezza, noi di MoneySurfers.com abbiamo dato vita alla prima start-up fintech etica al mondo: Forex Nation, unico broker al mondo che dà almeno il 65% del suo profitto in microcredito ad imprenditori del terzo mondo, che non hanno solitamente facile accesso al credito. Inoltre il circolo virtuoso che ne scaturisce fa sì che non solo Forex Nation sia giver amorale, ma anche che tutti i trader che investono attraverso questo broker, senza nemmeno rifletterci (come un vero giver amorale), stiano indirettamente aiutando qualcuno, con le loro operazioni di trading. Come vedi non abbiamo parlato di elemosina, ma microcredito: perché aiutare una persona per un giorno non sarà mai generoso quanto metterla nelle condizioni di non dover più chiedere aiuto.

    Impara strategie di Investimento Consapevole, iscrivendoti GRATIS al Club Esclusivo dei Money Surfers!

    Se l'articolo ti è piaciuto condividilo e aiutaci a diffondere la Ricchezza Consapevole

    Lascia un commento

    Articoli Correlati

    Disoccupazione giovanile? Ecco come azzerarla
    Disoccupazione giovanile? Ecco come azzerarla
    11 luglio, 2020

    Un tempo, quando si parlava di fasce d’età più povere, si pensava subito agli anziani. Eppure dal 2007, con l’avvento de...

    5 consigli di marketing direttamente dai Rolling Stones
    5 consigli di marketing direttamente dai Rolling Stones
    10 luglio, 2020

    Spesso, quando si parla di marketing, si pensa a costosissimi corsi che pretendono di insegnarci i segreti della comunic...

    L’abito non fa il ricco, o si?
    L’abito non fa il ricco, o si?
    10 luglio, 2020

    Se è vero che l’abito non fa il monaco, ultimamente ci siamo chiesti quanto questa intramontabile verità sia rispettata ...