FIRST TAG DISPLAYED HERE 21 dicembre 2020 3 minuti di lettura

Come migliorare l’autocontrollo e sviluppare la padronanza di sé

Scritto da  Moneysurfers

 

    L’autocontrollo è una delle caratteristiche umane che più ci differenzia dagli altri animali. L'autocontrollo è infatti alla base della capacità di cooperazione e contribuisce alla formazione di relazioni sociali complesse e pacifiche con centinaia, migliaia o milioni di altri individui. L’inibizione degli impulsi  più “brutali” e istintivi ha permesso all’homo sapiens di costruire reti sociali e commerciali via via sempre più complesse, fino alla società globalizzata e interdipendente dell’era contemporanea. 

    Inoltre, l’autocontrollo influenza anche il benessere dell’individuo, limitando le scelte irrazionali, permettendo una miglior  gestione dei conflitti e dei comportamenti che esulino dall’appagamento immediato dell'individuo e a favore di un progetto a lungo termine. 

    • Proiettando noi stessi in una forma più sana e attraente riusciamo a sacrificarci nel cibo facendo scelte meno golose e più salutari

    • Proiettando noi stessi in una vita più gratificante e dignitosa ci impegniamo nello studio e nel lavoro anche se vorremmo dormire qualche ora in più o cazzeggiare tutto il giorno

    • Proiettando noi stessi in una famiglia felice e di lunga durata evitiamo di cedere alle tentazioni carnali che soddisferebbero un bisogno momentaneo

    Questi sono solo alcuni esempi in cui scegliamo di esercitare l’autocontrollo, più o meno consciamente. Eppure le statistiche ci dicono che ancora oggi il 40% circa di tutte le morti è correlato a scarse capacità di autoregolazione. Questo dato comprende sia le morti cosiddette violente, come ad esempio gli incidenti o gli atti omicidi, sia quelle morti per comportamenti reiterati e dannosi per il corpo umano, come le abitudini alimentari sbagliate, la sedentarietà o le dipendenze di fumo, alcol o droghe.

    Financial Wellness Kit. 3 corsi in 1 per ridisegnare la tua vita consapevolmente

    I sintomi della mancanza di autocontrollo

    Come fare per accorgersi della mancanza di autocontrollo? Esistono dei sintomi ricorrenti che fungono da spia per rendersene conto? Sono principalmente tre, vediamo quali:

    1. Impulsività
      È sicuramente la cartina di tornasole più evidente nei soggetti a cui manca l’autocontrollo. L’impulsività può manifestarsi sotto diversi punti di vista: dell'aggressività verso i colleghi, amici o partner, alla tendenza ad alterarsi quando si è da soli in mezzo al traffico, all’impazienza e alla maleducazione nei luoghi pubblici.

    2. Sregolatezza
      Molto spesso chi soffre di mancanza di autocontrollo ha molta difficoltà nel costruire delle abitudini positive. Queste persone vanno a letto sempre a un orario diverso, mangiano seguendo esclusivamente le voglie momentanee e non, ad esempio, una dieta equilibrata, oppure sono più inclini ai vizi e alle dipendenze.

    3. Inaffidabilità
      Ridursi all’ultimo minuto per completare un progetto, arrivare sistematicamente in ritardo, dimenticarsi di eventi, appuntamenti o scadenze importanti sono caratteristiche tipiche di chi ha uno scarso autocontrollo. La poca lucidità e le mille distrazioni portano facilmente ad essere inaffidabili.

    5 consigli per migliorare l’autocontrollo

    Esistono dei metodi per migliorare la mancanza di autocontrollo e lavorare sulla padronanza di se stessi? Ecco i nostri 5 consigli:

    1. Automonitoraggio
      Conosci te stesso. È il primo passo per qualsiasi processo di cambiamento. È impossibile risolvere un problema che nemmeno si conosce. Osservati, prendi nota del tempo perso, delle azioni che ripeti senza accorgertene, degli orari che riesci o no a rispettare, delle tue sensazioni interiori quando sei rapito da una distrazione e quando invece riesci a raggiungere la concentrazione. Cosa ti porta fuori fuoco? Le notifiche del cellulare sono irresistibili? C’è troppo caos in ufficio? I tuoi colleghi ti interrompono troppo spesso? Il frigorifero è pieno di leccornie sempre a disposizione? Fai una lista di ciò che ti aiuta e ti disturba, con la massima sincerità.

    2. Respira
      Il respiro è il bit primario delle nostre esistenze. Lo stress e la tensione spesso riducono o alterano la respirazione; per questo fermati un attimo, e rallenta la respirazione in cicli da almeno 10 secondi. Vedrai che in pochi minuti ti sentirai più rilassato e concentrato.

    3. Allena la tua concetrazione
      Come tutte le soft skills, la concentrazione può essere allenata e migliorata. In questo senso, e non solo, la meditazione è uno strumento formidabile per aumentare i propri poteri. Inizia con periodi anche brevi di 10-15 minuti al giorno per poterne apprezzare i molteplici effetti benefici sul tuo corpo e la tua mente.

    4. Muoviti
      L’attività fisica ha un effetto calmante e rigenerante. Nei momenti di forte stress e perdita di autocontrollo, qualche minuto di stretching o una passeggiata all’aria aperta (senza cellulare) possono ristabilire il tuo equilibrio e resettare la tua concentrazione.

    5. Anticipa
      Se conosci il tuo avversario puoi giocare d’anticipo, vero? In questo caso l'avversario sei tu, e se hai imparato a conoscerti puoi adottare dei trucchi per non cadere in errore. Evita in anticipo le situazioni problematiche, grazie all’analisi che hai fatto seguendo il primo consiglio. 
    • La sera arrivi sempre tardi a casa, mangi male e vai a letto tardi? Prova a saltare l’aperitivo dopo lavoro e sostituiscilo con un’oretta di attività fisica.
    • Non riesci a concentrarti a causa delle troppe notifiche del cellulare? Dividi le ore di lavoro in 45-15 minuti. 45 minuti in modalità aereo, 15 minuti per rispondere a mail, messaggi e telefonate.
    • Sei un ritardatario cronico? Non sovraccaricare le tue giornate cercando di incastrare tutto nel minor tempo possibile, ma dedica il giusto tempo agli appuntamenti e prenditi il giusto timing per arrivare in orario.
    • Dopo una settimana di sacrifici ti abbuffi svuotando il frigorifero? Evita di comprare cibi non salutari, e premiati a piccole dosi per i traguardi raggiunti; ad esempio sostituendo uno snack pieno di zuccheri con una barretta più sana.

    Come hai notato anche tu, la mancanza di autocontrollo può avere forti ricadute su molti ambiti della propria esistenza: dalla salute al lavoro, dalla vita privata alle proprie finanze.

    Fino al 24 dicembre hai l’opportunità unica di accedere a 3 corsi fondamentali per il tuo benessere economico e interiore con Financial Wellness Kit

    3 corsi per migliorare il benessere economico, ridisegnare la vita intorno alla vera vocazione e sviluppare la piena padronanza di se stessi, per la prima volta in un unico pacchetto da donare a te stesso o a chi ti è a cuore.

    Financial Wellness Kit. 3 corsi in 1 per ridisegnare la tua vita consapevolmente

    Lascia un commento

    Articoli Correlati

    Non è tutto verde ciò che è ESG
    Non è tutto verde ciò che è ESG
    22 aprile, 2021

    Che gli investimenti responsabili e i fondi ESG oramai siano sulla bocca di tutti, è certo. Li raccontiamo dal 2013 e mo...

    L'azienda del futuro: sarà senza capo e finanzierà le nostre idee
    L'azienda del futuro: sarà senza capo e finanzierà le nostre idee
    20 marzo, 2018

    Si chiama Decentralized Autonomous Organization (DAO), cioè organizzazione autonoma decentrata, e promette di essere l’a...

    Autorealizzazione: che cos’è e come raggiungerla
    Autorealizzazione: che cos’è e come raggiungerla
    23 ottobre, 2022

    Se ci dovessero chiedere che cos'è la felicità? non ci sarebbe alcun dubbio che questa sia l'autorealizzazione.