CRIPTOVALUTE 27 luglio 2023 6 minuti di lettura

Le 7 cryptovalute emergenti nel 2023 da tenere d’occhio

Scritto da  Moneysurfers

    ATTENZIONE: Le informazioni fornite in questo articolo sono di natura generale e informativa: esse non sono da intendersi in nessun modo come consulenza finanziaria o raccomandazioni di investimento. 

    Il mercato delle cryptovalute vede molti progetti nascere e morire molto rapidamente. Proprio per questo motivo, bisogna fare attenzione ai progetti in cui si decide di investire, e serve compiere delle opportune analisi. Soprattutto quando si parla di nuovi progetti a bassa capitalizzazione, è fondamentale considerare una elevata componente di rischio dato che questi progetti sono a tutti gli effetti delle start-up altamente rischiose

    In questo articolo presentiamo sette progetti crypto emergenti molto interessanti e che, a parer nostro, devono essere tenuti d’occhio, soprattutto in vista di quella che comunemente viene chiamata “alt season”, ovvero un breve periodo in cui le alt coin (cioè tutte le cryptovalute diverse da Bitcoin) aumentano notevolmente di valore, guadagnando sempre più interesse anche da parte dei piccoli investitori.

    Meta Masters Guild (MEMAG) 


    Meta Masters Guild è una piattaforma sviluppata da un team con più di cinque anni di esperienza nel settore, che crede fortemente nella decentralizzazione e nella gestione completa dei propri assets. 

    Meta Masters Guild è una piattaforma Play&Earn, come loro stessi si definiscono, dove è possibile giocare e guadagnare MEMAG, il token della piattaforma. Nello specifico, sulla piattaforma sono presenti diversi giochi, ognuno dei quali presenta la sua valuta interna che può essere convertita in MEMAG. I giochi vengono sviluppati direttamente dalla community, affinché possano essere in linea con ciò che la community stessa domanda.

    I guadagni all’interno della piattaforma possono essere fatti in vari modi: tramite sfide e task ricorrenti da completare, giocando PVP, o mettendo i MEMAG in stake.

    Ogni gioco, inoltre, presenta degli NFT che possono essere comprati e venduti in un mercato e che oltre ad essere usati per giocare, possono rappresentare una riserva di valore.

    La roadmap di questo progetto mostra varie tappe raggiunte fino ad ora e presenta obiettivi di espansione fino a fine 2023.

    Fight Out (FGHT)

    Fight Out è una piattaforma dove si può giocare e mantenere allenati i propri avatar NFT in modo da guadagnare ricompense e premi, che possono anche essere oggetti e strumenti reali inerenti al fitness, così da stimolare i videogiocatori a mantenere uno stile di vita sano attraverso l’allenamento fisico. 

    Ogni videogiocatore dovrà svolgere una sessione di allenamento per guadagnare Reps. Le Reps possono essere utilizzare per migliorare il proprio NFT sia a livello estetico che a livello tecnico, permettendogli di imparare nuove mosse e abilità, oppure allenandolo. Competendo nel metaverso della piattaforma, il nostro NFT permette di guadagnare il token FGHT. Questo token può essere convertito in valuta FIAT, oppure usato per acquistare premi, sia interni all’app, che utilizzabili nel mondo reale. 

    L’obiettivo degli sviluppatori è quello di creare un luogo virtuale dove il proprio NFT sia una rappresentazione del nostro stato fisico, e quindi invogliare i videogiocatori a mantenersi in forma e vivere in modo salutare. 

    Attualmente si può entrare a far parte della lista di attesa per essere i primi utenti della piattaforma.

    Dash 2 Trade (D2T) 


    Dash 2 Trade nasce come un’interfaccia dove risolvere i bisogni di ogni investitore crypto retail. Sulla piattaforma si possono trovare strategie di trading con i loro back-test, segnali di trading, informazioni inerenti al mercato, e una community con la quale si può realizzare il concetto di social trading, attraverso la partecipazione a competizioni di trading e la condivisione di segnali. 

    Per accedere alla piattaforma, è necessario utilizzare il token D2T, sviluppato su blockchain Ethereum. Per accedere al servizio è presente una membership che deve essere pagata in D2T e consente l’accesso completo ai vari servizi menzionati in precedenza. 

    Attualmente la piattaforma è ancora in fase di sviluppo ma esiste il gruppo Discord che conta più di 18.000 utenti

    Vuoi scoprire come acquisire una maggiore consapevolezza finanziaria:

    RICHIEDI UNA CHIAMATA GRATUITA

    C+Charge (CCHG) 

    C+Charge nasce con l’obiettivo di creare un robusto sistema di pagamento peer-to-peer basato su blockchain per le ricariche di veicoli elettrici. Per il pagamento viene utilizzato il token CCHG, che consente al proprietario delle colonnine di ricarica di ridurre notevolmente i costi. 

    Ad ogni ricarica effettuata dall’utente verranno aggiunte al suo portafogli dei carbon credits (o crediti di carbonio). I carbon credits sono dei contratti che consentono alle grandi aziende di emettere una certa quantità di gas serra. Se una grande azienda vuole inquinare più di quanto concesso, ha bisogno di comprare dei carbon credits sul mercato. A metterli in vendita invece sono aziende che per il loro business inquinano meno di quanto sia loro consentito, oppure aziende che si occupano proprio dello smaltimento dei gas serra nell’atmosfera.

    Con questo progetto, i possessori di veicoli elettrici potranno godere del beneficio ambientale che creano, così da incentivare il passaggio ai veicoli elettrici. Inoltre, il servizio consente di avere una maggior stabilità e trasparenza riguardo i prezzi delle ricariche alle colonnine. Il servizio viene interamente fornito attraverso una applicazione dedicata basata su blockchain. 

    Inoltre, vi è l’obiettivo di consentire agli utenti di creare degli NFT dai carbon credits guadagnati e usarli per ottenere vantaggi nella vita reale. Per raggiungere ciò, gli sviluppatori del progetto vogliono stringere forti relazioni con fornitori di veicoli elettrici e altri stakeholders, così da aumentare il valore aggiunto del progetto e favorire lo sviluppo di una community, oltre a stimolare e velocizzare il passaggio alla mobilità elettrica.

    Calvaria (RIA) 

    Calvaria è un Play2Earn dove i giocatori si sfidano con delle carte NFT che rappresentano dei personaggi, ognuno con le proprie caratteristiche che permettono la creazione di complesse strategie durante il gameplay. L’economia del gioco è basata sul token RIA e sullo scambio delle proprie carte NFT in un vero e proprio mercato. 

    Il gioco è interamente programmato su Polygon che, rispetto ad Ethereum, consente una maggior scalabilità e delle commissioni inferiori. Il token RIA interno al gioco funzionerà quindi su Polygon, ma esisteranno anche versioni su blockchain Ethereum, così da permetterne lo scambio su piattaforme con maggiori volumi. 

    Oltre a guadagnare giocando ai tornei, si possono ricevere premi in RIA prendendo parte al progetto tramite lo staking, e quindi prendendo attivamente parte alle votazioni per lo sviluppo della piattaforma. 

    Il token RIA può essere scambiato sul mercato secondario, oppure utilizzato per acquistare risorse di gioco come potenziamenti, nuove carte o interi mazzi, per aumentare le possibilità di vincita. Parte delle commissioni di transazione vengono distribuite in un pool di staking, mentre un’altra parte viene assegnata al pool delle vincite dei tornei. 

    Gli sviluppi futuri del progetto vedono come ipotesi plausibili l’aggiunta di nuove modalità di gioco, l’aggiunta di nuove risorse, il rilascio di collezioni di NFT in edizione limitata, il miglioramento del sistema di rating dei giocatori per migliorare l’esperienza di gioco nei tornei, e l’organizzazione di eventi di e-sport.

    RobotEra (TARO)

    RobotEra è un Play2Earn basato anch’esso sugli NFT. Più nello specifico, questo metaverso è popolato da robot il cui obiettivo è ripopolare e rivitalizzare il loro pianeta, Taro, che è stato totalmente devastato da una grande guerra avvenuta in precedenza.

    I robot NFT provengono da sette continenti diversi, che fanno ereditare agli NFT le caratteristiche peculiari di quella determinata area geografica di Taro. Separato da questi sette continenti, vi è un continente pubblico, dove i giocatori possono trovare le risorse mancanti nel loro continente, ma anche scoprire innumerevoli sorprese. 

    Nei sette continenti, invece, sono disposte le terre private dei giocatori, che vengono assegnate casualmente ma possono anche essere comprate e vendute, dato che anch’esse sono sotto forma di NFT. Inoltre, ogni terra presenta una allocazione delle risorse casuale, che influenza il valore stesso dell’NFT. 

    L’obiettivo di RobotEra è creare un metaverso in cui ogni giocatore può disporre della propria terra privata, modificarla, abbellirla o costruire ciò che vuole sopra di essa, ma non solo. È infatti concesso ad ogni giocatore di visitare terre altrui e anche di interagire con gli altri giocatori, così da rafforzare il concetto di community all’interno del metaverso di Taro. 

    Il guadagno su questo gioco avviene attraverso diversi metodi come la vendita degli NFT, lo staking, il mining, la pubblicità e tramite la coltivazione degli alberi sacri, ovvero delle strutture presenti su Taro che consentono ai giocatori di ottenere benefici. Inoltre, la creazione di un metaverso reso sempre più bello dai giocatori stessi, consente la possibilità di ospitare eventi di aziende esterne, che saranno disposte a pagare la piattaforma, e quindi i proprietari del terreno NFT sul quale si svolgerà l’evento virtuale. 

    La roadmap del progetto prevede il rilascio del metaverso entro la fine del 2023. Attualmente il progetto si trova in una fase di prevendita del token TARO, che è il token principale utilizzato per interagire all’interno del pianeta omonimo. 

    IMPT.io (IMPT)

    La vision di IMPT.io è di offrire un semplice, economico e funzionale meccanismo per aiutare ogni membro della società a combattere il cambiamento climatico e ad investire nel nostro pianeta. 

    Abbiamo già menzionato i carbon credits per il progetto C+Charge, e anche IMPT.io basa il suo business primario su questi contratti. Le stime prevedono che la domanda di carbon credits aumenterà notevolmente nei prossimi 10/20 anni, e di conseguenza anche il loro prezzo seguirà. Inoltre, il mercato dei carbon credits è attualmente complicato e poco accessibile al pubblico retail.

    IMPT.io si pone l’obiettivo di fornire un accesso facilitato per l’acquisto dei carbon credits (che nella piattaforma diventano degli NFT), così da renderli accessibili ad ogni individuo della società. Grazie all’acquisto dei carbon credits gli individui riceveranno un punteggio in punti IMPT.io, che consentono all’utente di guadagnare dei punti per il loro impatto positivo sull’ambiente. 

    Grazie ad una serie di accordi commerciali, ogni individuo potrà effettuare i propri acquisti quotidiani attraverso la piattaforma, pagando lo stesso ammontare ma acquistando anche dei carbon credits, utili per ridurre l’impatto ambientale da loro generato. 

    L’attenzione per la sostenibilità si vede anche nella scelta della blockchain su cui si basa il progetto, ovvero Ethereum, che, come detto in un altro articolo inerente alle cryptovalute, è attualmente un sistema a minimo impatto ambientale. 

    L’utilità del token IMPT è molteplice. L’utilizzo principale è quello di acquistare i carbon credits sul mercato della piattaforma o qualsiasi altro servizio interno. Gli utenti che decidono di detenere il token per un tempo prolungato riceveranno dei vantaggi, come l’accesso ad opportunità di investimento o la consegna di edizioni speciali di NFT. L’utilizzo del token IMPT consente di risparmiare ulteriormente sull’acquisto di beni terzi sulla piattaforma, consentendo in primo luogo di risparmiare, ma anche di aumentare il margine per l’acquisto dei carbon credits, così da coprire maggiormente l’impronta ecologica che deriva dai propri acquisti. Infine, la piattaforma si evolverà anche in base alle votazioni della community, che avvengono grazie alla detenzione del token.

    Attualmente il token è già disponibile su alcuni DEX (exchange decentralizzati) e l’obiettivo principale è aumentare la popolarità del progetto attraverso una studiata campagna di marketing. Il guadagno della piattaforma è rappresentato da un margine del 10% rispetto a tutte le attività interne al progetto. 

    Non ti senti ancora realmente consapevole di come funziona questo mondo e cerchi qualcuno che ti affianchi in questo percorso?

    RICHIEDI UNA CHIAMATA GRATUITA

     

    Lascia un commento

    Articoli Correlati

    Le 5 migliori cryptovalute su cui investire nel 2023
    Le 5 migliori cryptovalute su cui investire nel 2023
    6 luglio, 2023

    Le cryptovalute hanno fatto parlare molto di loro durante il 2021, anno in cui questo mercato ha raggiunto una vera e pr...

    Vendere per proteggere gli investimenti dalle perdite, quando conviene?
    Vendere per proteggere gli investimenti dalle perdite, quando conviene?
    5 gennaio, 2024

    Quando si parla di investimenti, la protezione del capitale è una delle principali preoccupazioni degli investitori. Sic...

    Investire a lungo termine: perché e come farlo [+ 6 idee di investimento da usare subito]
    Investire a lungo termine: perché e come farlo [+ 6 idee di investimento da usare subito]
    4 dicembre, 2023

    Come il filosofo latino Seneca amava dire, l’unica cosa che ci appartiene è il tempo. “Ma cosa c’azzecca una massima esi...