FIRST TAG DISPLAYED HERE 07 dicembre 2020

Gestisci meglio le tue finanze grazie al sistema dei 3 conti correnti

Scritto da  Moneysurfers

 

    Nel corso degli ultimi 15 anni in cui ci siamo concentrati sul mondo degli investimenti, dell’imprenditoria e della formazione finanziaria, ci siamo accorti che la maggior parte delle persone ha un mindset (schema mentale) legato al denaro inefficiente, e una serie di percezioni errate sul futuro e sul presente delle nostre finanze.
    In generale, si tende a sopravvalutare i benefici a breve termine e a sottovalutare i rischi nel lungo termine.

    Spesso lasciamo la gestione dei nostri flussi finanziari al caso, vero? Non ne abbiamo padronanza, forse perché siamo spaventati dalla responsabilità di farcene carico. Una ricerca condotta dalla psicologa Roberta Salomoni ha dimostrato che metà degli italiani, se intervistati a dicembre ha incubi su bollette inaspettate. Non siamo organizzati per gestire spese improvvise e gestiamo i soldi tramite dei cassetti mentali totalmente inefficienti e deleteri.

    Il sistema dei 3 conti correnti

    Uno dei metodi in assoluto più efficaci e comprovati per gestire in modo ordinato e consapevole le proprie finanze è il sistema dei tre conti correnti. Perché tre conti?

    Come già ti abbiamo anticipato all’inizio di questo articolo, uno dei nostri bias (comportamenti/pensieri automatizzati) consiste nell’organizzazione mentale in cassetti contabili. Abbiamo una propensione naturale a crearli, il problema è che spesso lo facciamo nel modo sbagliato. Se, al contrario, utilizziamo questa propensione innata convogliandola
    in una catalogazione corretta ed efficiente, otteniamo risultati straordinari.

    Come funziona il sistema a tre conti?
    Il sistema divide le tue entrate totali in tre conti contabili. È una buona strategia avere più conti correnti, con almeno uno di essi fuori dall’Italia, ovviamente in maniera legale.

    1. Conto Spese

    È il conto per le tue spese correnti, per cui riversa in questo conto la tua spesa mensile media. Il problema è che in generale le persone hanno solo questo conto corrente, creando così un grande caos nella gestione di tutte le altre finalità per cui il patrimonio dovrebbe essere utilizzato. In questo modo, i soldi che risparmi cambiano destinazione continuamente.

    2. Conto Investimenti

    Questo conto è destinato esclusivamente agli investimenti. Questo conto è il cuore del tuo cambiamento. È quello che ti permette di uscire dalla famosa ruota del criceto. Quello che ti farà evadere dal circolo vizioso in cui tutti finiamo appena nasciamo: Studia - Lavora - Fai una famiglia - Sopravvivi fino alla pensione - Vai in pensione - Muori. Grazie agli investimenti e alla creazione di benessere finanziario otterrai i mezzi per prendere decisioni più adatte alle tue esigenze.

    3. Conto Spirituale

    Non intendere il termine “spirituale” con un'accezione esclusivamente religiosa. Questo conto è dedicato alla gestione psicologica del tuo rapporto col denaro. È da considerarsi come un investimento su di te e sulla tua salute psicologica. Dovresti conservare il 5% delle tue finanze e investirlo sulla tua psiche e sul tuo rapporto col denaro. Perché? Un rapporto errato col denaro non permette di fare buoni investimenti nel lungo termine, per cui se manca questo aspetto, il restante 95% della tua gestione finanziaria potrebbe essere fatta nel modo sbagliato.
    Il sistema è organico: un conto senza gli altri due non funziona.

    Lascia un commento

    Articoli Correlati