Blog

Crolla tutto? Ecco cosa fare

Inizio anno 2016 è stato il peggior inizio anno nella storia dei mercati finanziari. Un record in negativo, che non promette niente di buono. Il primo di dicembre del 2015 ho scritto un articolo che prevedeva questo crollo, nonostante tutti gli analisti in quel periodo gridassero al consueto “rialzo dei mercati natalizio”.

SCARICA IL REPORT: DOVE INVESTIRE NEL 2016 E 2017

Scarica il REPORT GRATUITO

Come sa il lettore abitudinario, negli ultimi 6 anni non abbiamo mai lanciato un allarme sui mercati globali, ci siamo esposti solo in questa occasione perché c’erano tanti segnali, macroeconomici e tecnici, che andavano tutti nella stessa direzione. A differenza dei giornalisti il nostro mestiere non è fare notizie, ma formare persone nel campo degli investimenti e nel business. Sia nel trading che nel business il timing è molto importante se non si vuole finire a gambe all’aria dicendo comunque “Alla fine avrei avuto ragione”.
Da quando è uscito l’articolo il maggior indice del mondo (cartina tornasole dell’andamento della finanza globale), l’sp500, è sceso del 12%, -8% da inizio anno, così come l’indice italiano FTSE MIB. Ma sappiamo che l’SP500 misura solo le 500 più grandi aziende americane. Se vogliamo comprendere meglio la situazione del mercato americano (e quindi mondiale) possiamo osservare l’indice RUSSELL2000, che comprende 2.000 “piccole” imprese americane. Il Russell2000 è sceso da inizio anno del 10% e ha già violato l’ultimo minimo, quello del 2014, ovvero il primo vero minimo decrescente dal 2009. Questo, tecnicamente, inaugura ufficialmente un trend ribassista.
[caption id="attachment_6293" align="alignnone" ="1141"]russell 2000 Andamento dell'Indice Russell 2000 aggiornato al 19 Gennaio 2016 (Fonte: Bloomberg.com)[/caption] Anche l’indice europeo EUROSTOX600, che comprende le maggiori 600 aziende europee, è ufficialmente in un trend ribassista. Non è solo una questione di finanza. Le aziende non fanno utili e a guidare le performance negative ovviamente c’è il settore energetico. Da inizio anno, infatti, Eurostox600, ha perso più dell'11% e più del 15% dalla pubblicazione dell'articolo (primi di dicembre 2015).
Spostandoci verso le borse orientali, vediamo come il Nikkei225 (indice giapponese) sia sceso del 18% dalla pubblicazione dell'articolo e da inizio anno più del 13%. Lo Shanghai Composite Index ha perso quasi il 16% da inizio anno e più del 20% dalla data del nostro articolo, ma, cosa ancora più impressionante, dal picco di giugno ha perso più del 40%!
In Sud America, invece, l'indice argetino Merval ha perso quasi il 13% da inizio anno e quello brasiliano Ibovespa il 12%.
L'unica borsa che ha opposto una certa resistenza a questo trend negativo è quella di Budapest (Budapest Stock Exchange Index), scesa solo del 4% da inizio anno.
Qui di seguito i risultati del 4° trimestre del 2015 che confermano come gli Stati Uniti stiano vivendo una recessione di guadagni
4° trimestre 2015[quote](Bloomberg) —As the 4Q earnings season kicks off this week, results for S&P 500 companies are expected to show a decline in profits for a third quarter in a row, confirming that corporate America has slipped into an earnings recession.[/quote]
(Tr.: Come ci mostrano i guadagni del 4° trimestre questa settimana, le società dell'S&P500 stanno vivendo un declino dei profitti per il terzo trimestre consecutivo, confermando che il tessuto aziendale americano si trovo in pieno trend ribassista.)
Per l'esattezza secondo Bloomberg, i profitti potrebbero essere scesi del 7,2% nel 4 ° trimestre, mentre i ricavi dovrebbero scendere del 3,1% Questo rappresenterebbe la peggiore stagione degli utili dal 3° trimestre 2009 e il terzo mese consecutivo al ribasso.
Mercati che crollano significa fondi d’investimento che vanno male. I tuoi risparmi decrescono di valore ed anche i risparmi in porti sicuri come Titoli di Stato rendono poco e non sono sicuri come ci dicono di essere.
In centinaia dopo l’articolo di Dicembre ci avete chiesto dove investire con questo crollo dei mercati. Abbiamo creato un piccolo report di 40 Pagine, cercando di fornirti una visione d’insieme su diversi asset e mercati, con consigli e strategie per preservare e far crescere il tuo capitale nel 2016-2017.

Scarica il REPORT GRATUITO

INOLTRE puoi ascoltare i nostri consigli sugli investimenti nel Podcast pubblicato oggi, cliccando qui. Non dimenticarti di darci la tua opinione, lasciando un commento!
Enrico Garzotto
Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo e aiutaci a diffondere la consapevolezza!

Compila questo modulo per scrivere un commento
(6 inseriti)
Accettazione termini Privacy Policy  
2017-03-14 22:21:47 - MARIA TERESA
Eccellenti consigli, assolutamente da tenere in considerazione.Grazie!
2016-01-22 22:29:22 - Roberto
Complimenti per il lavoro svolto, è veramente un ottima analisi, ne farò sicuramente tesoro!!! Continuate così grazie Roberto.
2016-01-22 09:32:10 - Davide Franceschini Sada
Ciao a tutti,il link al pdf ora funziona bene, ci scusiamo per il disagio.Alla prossima onda! D
2016-01-21 17:44:24 - yas
Ciao Enrico, ho provato a scaricare il report ma il link mi risulta danneggiato.Grazie.
2016-01-21 12:21:15 - Enrico Garzotto
Ciao Luciano, chi fa solo forex deve stare attento ala volatilità, soprattutto dello Yen. Per il resto, chiunque tradi con una strategia veramente solida, come SurfingThePips, non sarà toccato. Perché una vera strategia metti in conto anche questi momenti ed è neutrale al mercato. ;)
2016-01-21 12:06:32 - luciano
si...ma chi fa solo forex cosa gli tange?
Diventa anche tu un
RICCO CONSAPEVOLE
ISCRIVITI GRATIS AL CLUB
ESCLUSIVO MONEYSURFERS!


MoneySurfers.com è un progetto TUMMO Sagl
Via G. B. Pioda, 12
6900 Lugano, Svizzera
CHE-133.132.778
MoneySurfers.com © 2018. All Rights Reserved.
Credits TITANKA! Spa © 2019